Come profilare il cliente per una campagna Facebook Ads

Quando si imposta una campagna pubblicitaria (sopratutto se volete farlo da soli) ci si trova davanti ad un problema fondamentale: come profilare il cliente per una campagna Facebook Ads o Google?
Per Google tutto si basa sui termini di ricerca, le parole chiave e l’ottimizzazione della pagina d’arrivo perchè chi è su Google sta cercando il tuo prodotto e ti vede solo se la sua ricerca ttiva i tuoi annunci, per Facebook Ads invece bisogna “targettizzare il cliente” cioè cercare di capire quali sono i suoi interessi e come attirare la sua attenzione.

Perchè questa differenza? La risposta è nel paragrafo precedente… Chi va su Google ti cerca, chi va su Facebook invece ci va per cazzeggiare e divertirsi commentando i post degli amici. Quindi ddevi essere bravo ad infiltrarti nella sua bacheca col tuo annuncio e attirare la sua attenzione perchè in quel momento lui non sta cercando te.

Quindi il nostro compito sarà suddiviso in due parti:

  1. Interrompere il cliente con un anuncio interessante e coinvolgente
  2. Invitarlo ad un azione

Ma come lo interrompiamo? Come facciamo a definire quale tipologia di cliente interrompere per evitare che il nostro annuncio (pagato) sia visto da gente che non è interessata al nstro prodotto o servizio?

Bisogna disegnare il proprio AVATAR… no questa cosa non ha nulla a che fare con il film! L’avatar è il tuo cliente potenziale definito dai suoi interessi ai quali appartiene la tua nicchia di mercato. Per disegnare un AVATAR bisogna partire da un organigramma… in cima c’è chi compie l’azione che stai promuovendo (acquisto prodotto, iscrizione alla newsletter, mi piace su una pagina)… tecnicamente è la tua call to action. Adesso inizia a pensare chi potrebbe essere interessato alla tua call to action, sesso, età, interessi, in base a questo creerai dei nodi, ogni nodo potrà essere sviluppato allo stesso modo fino a creare una rete capillare di utenti che potrebbero essere interessati allla tua call to action. Sembra difficile a dirsi ma è ancora più difficile a farsi, questo sarà il cuore della tua campagna, è da qui che dovrai partire, sbagli qui… sbagli tutto!

Ti faccio un’esempio banale per rendere questo passaggio più chiaro… Supponiamo che tu stia proponendo sul tuo sito la vendita di cappellini con visiera, quelli dei rapper insomma… I cappellini con visiera (salvo gusti estetici discutibili) possono interessare a uomini dai 10 ai 25 e donne fino ai17/18 anni… Percorriamo il ramo degli uomini: gli uomini sotto i 15 anni in teoria non hanno potere decisionale economico e quindi li escludiamo. Ora il quesito è: cosa fa e cosa piace ad un ragazzo tra io 15 e i 25 anni? Probabilmente piacerà la musica, i videogames, lo sport… abbiamo creato altri 3 nodi. Percorriamo il nodo videogames, la domanda è : che siti visita un ragazzo tra i 15 e i 25 anni a cui piacciono i videogames e i cappellini da rapper? Mi vengono subito in mente i siti di annunci dove può scambiare i videogames usati.

La conclusione: per vendere il cappellino uno dei miei possibili clienti è un uomo tra i 15 e i 25 anni a cui piacciono i videogames e che va sui siti di annunci! Questo percorso va fatto su tutti i nodi fino ad ottenere tantisimi profili e decidere su quale investire.

Adesso il tuo compito è trovare l’annuncio e l’immagine giusta per ognuno dei tuoi avatar! Questo passaggio lo saltiamo, come scrivere un annuncio vincente potete leggerlo sul mio blog o scaricando l’ebook “PAGINA FACEBOOK VINCENTE”Ora ti sarai posto una domanda… Che ci fai con queste informazioni?

Niente di più semplice. Ti sarà sicuramente capitato che facebook ti abbia fatto delle domande su quali post ti piacciono, su quali sono state le tue esperienze lavorative e ti chiede spessissimo di completare il tuo profilo con tutte queste informazioni. Ti sei mai chiesto perchè? Ti sei mai chiesto perchè Facebook è gratuito? RICORDA: quando un servizio è gratuito il prodotto in vendita sei tu! Infatti Facebook con tutte quelle informazioni ha creato il più grande e dettagliato database di profilazione dell’utente che si possa immaginare.

Quindi dopo aver creato l’annuncio bisogna inirizzarlo ai clienti potenziali che hai appena profilato utilizzando facebook Ads

Profilazione secondo caratteristiche Anagrafiche e Geografiche

Be queste non te le spiego sono facili: luogo, età, sesso, lingua

  • Relazione: questo campo è fondamentale perchè ci sono prodotti e servizi che potrebbero essere indirizzati solo a persone impegnate in una relazione o no… si può anche scegliere l’orientamento sessuale spesso utilizzato, in passato, per profilare uomini che usano prodotti estetici ma questa mappatura ormai non è più valida.
  • Istruzione: anche questo può essere fondamentale perchè il tuo cliente può essere targettizzato dal suo livello d’istruzione, dal tipo di studio, dal suo stato ad esempio potrebbero interessarti universitari fuoricorso se stai sponsorizzando un istituto di sostegno scolastico o una scuola paritaria.
  •  Lavoro: qui possiamo definire lo stato occupazionale ma anche chi è il datore di lavoro… ad esempio se volete dedicare un’offerta ai dipendenti dell’azianda X posta accanto alla vostra sede, questa è l’opzione da selezionare
  •  Affinità di Etnia: (pensato per il mercato statunitense)
  • Generazione: non la ritengo particolarmente utile in quanto basta settare correttamente la forbice d’età nelle caratteristiche anagrafiche
  • Genitori: potete indicare lo status familiare… ad esempio annunci dedicati ai figli di separati e cosi via.
  • Politica: (pensato per il mercato statunitense)
  • Avvenimenti importanti: questo è fighissimo… ad esempio puoi selezionare chi sta per fare il compleanno… chi ad esempio di è fidanzato o sposato da poco e cos’ via, il bello di questa opzione è che vai a toccare direttamente i sentimenti e le emozioni del tuo cliente, è poco sfruttata ma secondo me è di fondamentale importanza!

Profilazione secondo Interessi

Siamo giunti al punto, qui devi inserire tutti gli avatar che hai trovato, quanto più sei stato bravo nella mappatura tanto più semplice ti verrà questo passaggio, anche se Facebook man mano che compili ti da degli aiuti, ricorda che la mappatura è dinamica se ti vengono nuove idee grazie ai consigli di Facebook non esitare, USALE!

Profilazione secondo Comportamenti

Anche queste opzioni possono tornarti utili nel definire su Facebook Ads i clienti che hai profilato, ad esempio puoi selezionare chi carica tante foto se stai sponsorizzando una photocamera, chi ha la carta di credito facile… (compraori impulsivi educatamente definiti da facebook Consumatori online attivi), getsori di pagine, ecc…

Profilazione secondo le connessioni

Anche queste sono abbastanza semplici e intuitive puoi scegliere se inviare i tuoi annunci ai clienti già connessi alla tua pagina, oppure puoi escluderli se la campagna è mirata all’aumento dei fans (è intuile dire clicca mi piace ad un utente che l’ha già fatto…) oppure puntare ai fan di specifiche pagine e così via….

Man mano che imposti i parametri lateralmente hai una visione della portata della tua campagna… e questo sostanzialmente è tutto quello che c’è da sapere per profilare un cliente per la campagna facebook… ricorda sempre che dovrai creare un annuncio ad hoc per ogni avatar rintracciato e che meno soldini vuoi investire più precisa deve essere la profilazione. Molto lavoro potete comunque farlo seguendo i consigli gartuiti che trovate sul mio ebook che potete scaricare gratis da qui.

Se avete dubbi non esitate a commentare qui in basso cercherà di rispondere quanto prima!