Cos’è il link building?

Affronterò in questo articolo uno degli argomenti più discussi del momento il link-building. Cercherò di renderlo semplice per tutti svelando qualche trucco!

 Iniziamo col dire cos’è… una volta scelte le parole chiave e ottimizzato il sito per i motori di ricerca il nostro “gioiello” acquisirà una posizione naturale nell’algoritmo di indicizzazione, se vogliamo migliorare questa posizione dobbiamo far si che il nostro sito sia facilmente raggiungibile, immaginiamo di voler andare in un posto ma di non avere una mappa, che fai? Ovviamente chiedi in giro (anche se di solito la risposta che si ottiene è …”mi scusi ma non sono del posto”) dal punto di vista SEO il link building corrisponde proprio a questo chiedere in giro, quanti più link puntano al nostro sito più sarà facile per gli spider dei motori di ricerca raggiungerlo.

Ovviamente ci sono indicazioni dettagliate e specifiche e altre che lo sono meno, immagina di trovarti in una città che non conosci e chiedere di un ristorante scegli quale di questi tre casi è più affidabile:

  •  Una signora che passa di li per caso ti dice a NORD 
  •  Un matto ti indica praticamente ogni direzione 
  •  Un bar ti dice che devi prendere la seconda a destra e continuare per 200 metri 

Ovviamente il bar è più affidabile perchè è simile al ristorante e poi perchè la sua indicazione è precisa e ci porta proprio davanti al ristorante.

Rivediamo questo esempio dal punto di vista SEO, quale link è più affidabile?

  •  Un link con il tuo nome su un sito generico
  •  Un link su una directory di scambio link dove ci trovi praticamente di tutto
  •  Un forum tematico che affronta i tuoi stessi argomenti 

Ovviamente l’ultima, ricorda che gli spider dei motori di ricerca sono come delle persone che cercano un posto senza avere una mappa e chiedono in giro come arrivare e se vale la pena visitarlo.

L’abilità di Google nel comprendere quali siano link di qualità e quali invece siano link facilmente ottenibili su siti di scarsissima qualità, ha reso la vita molto difficile a chi fa link building per professione. Fino a poco tempo fa si utilizzavano i siti Web di comunicati stampa o article marketing se preferite, ed ora si trovano completamente impossibilitati nel condurre le proprie campagne di link popularity.

Fatelo adesso e vedrete il vostro sito crollare! Google penalizza questo genere di lavoro. Com’è possibile fare delle campagne di link building senza rischiare di essere penalizzati da Google?

Innanzi tutto dovete rimboccarvi le maniche e capire che state per affrontare un lavoro che richiede tempo, impegno serio e dedizione.

  •  Iniziate a scrivere articoli di testo legati al tema del vostro sito di altissima qualità, soprattutto originali, e pubblicateli su siti Web di valore, cioè siti con molte visite, i cui social network sono molto seguiti e che soprattutto non abbiano link in uscita in tutti gli articoli che pubblicano. Dovrai scrivere un gran numero di articoli per mascherare la tua attività di link building 
  • Cambiate l’anchor text cioè il testo visualizzato nel link: <a href=#”>anchor text</a> ma ricordate di utilizzare sempre le keywords che avete calcolato per il vostro sito altrimenti Google si accorgerà che state provando a manipolare il SERP
  • Cercate delle partnership con siti che trattano il vostro stesso argomento (di solito per questo dovrete spendere un po’ di soldini)

Per Google ovviamente questo è un grande traguardo perché costringe gran parte dei proprietari di siti Web che facevano link building a tirarsi indietro oppure lavorare il triplo sperando di ottenere gli stessi risultati di qualche anno fa. Ovviamente c’è da dire che Google è pur sempre un programma e quindi ha sicuramente dei punti deboli che possono essere sfruttati per ottenere risultati con pochi sforzi.

Come ottenere dei risultati facendo link building?

  • Non utilizzare parole chiave secche ma gruppi da due a quattro parole  
  • Utilizza spesso le parole chiave nel testo dell’articolo così diventerà una specie di enorme link che non condiziona quello che scrivi nell’anchor text
  • Crea contenuti di qualità non fossilizzarti sulla keywords density le variabili sono molte, concentrati sulla naturalezza del testo

Se pensate di non essere in grado affidatevi ad un professionista… altrimenti buon lavoro e spero di esservi stato utile!